lunedì 25 febbraio 2013

Cioccolato: Il Peccato di Gola per Eccellenza!

Il cioccolato è il peccato di gola per eccellenza… e se è vero che i cibi più buoni sono anche quelli più pericolosi per la salute, il cioccolato sembra essere l’ eccezione che conferma la regola, o almeno in parte.

Buono da solo e perfetto per torte, dolci e biscotti…. Non possiamo proprio farne a meno!

Il cioccolato deriva dai semi della pianta di cacao (Theobroma cacao) pianta originaria dell’ America Meridionale.

Il cioccolato è ricco di antiossidanti, non a caso, il cioccolato fondente rappresenta una delle più generose fonti alimentari di flavonoidi, rinomati antiossidanti presenti negli alimenti di origine o derivazione vegetale, come il tè, il vino rosso, gli agrumi ed i frutti di bosco.
Tanto maggiore è la percentuale di cacao
e tanto superiore è la presenza di flavonoidi. In media, 100 grammi di fondente ne contengono 50-60 mg, mentre in un'analoga quantità di cioccolato al latte ne ritroviamo soltanto una decina di mg. Addirittura nulla è invece la percentuale di flavonoidi nel cioccolato bianco.

Questi antiossidanti naturali favoriscono e migliorano il flusso del sangue, garantendo la salute cardiovascolare riducendo anche la pressione sanguigna.

I flavonoidi sono noti anche per effetti antinfiammatori, gastroprotettivi, antitrombotici, antitumorali, antibatterici e antiepatotossici.

E secondo alcuni avrebbe anche virtù antidepressive in grado di aumentare il buon umore (derivante dal rilascio di endorfine) oltre al suo effetto stimolante.

Il cioccolato renderebbe anche più bella la pelle, infatti sfruttando le proprietà antiossidanti del cacao, ma anche la sua ricchezza di sali minerali, soprattutto ferro, magnesio, fosforo e potassio, può essere utilizzato in trattamenti remineralizzanti e drenanti applicandolo direttamente sulla pelle; In più il cacao e' ricco di vitamine e non favorisce affatto la formazione di brufoli, anzi…

Il consumo quotidiano di cioccolato fondente per far bene deve essere di piccole quantità… i flavonoidi, infatti, non cancellano i grassi e le calorie, purtroppo!

Il vero problema infatti è dato proprio dalle calorie: tante più se ne introducono e tanto minore risulta l'aspettativa di vita. Il cioccolato al latte e quello bianco, oltre ad essere più poveri di flavonoidi, hanno anche un potere energetico superiore del 10-15% e contengono piccole quantità (15-35 mg) di colesterolo, che è invece assente nel fondente.
Quindi cioccolato sì, sempre che sia fondente, ma con moderazione!

6 commenti:

  1. Eh io si che ne sono una esperta... in ciocco fondente :)

    C'è un giveaway facile facile a cui partecipare su A6 Fanzine :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sara!!! Ho appena lasciato il commento....adesso partecipo ufficialmente!

      Elimina
  2. Ciao c'è un premio per te passa sul nostro blog per ritirare il premio.
    Un saluto da Maria e Alessia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ragazze!!!sono passata dal vostro blog e mi sono unita con piacere ai vostri lettori! A presto!

      Elimina
  3. Ciao, da oggi ti seguo anche io!
    Il richiamo del cioccolato è irresistibile!
    Se hai voglia di passare da me, ti aspetto su
    silviaaifornelli.blogspot.it
    Ti auguro una buona giornata!

    RispondiElimina